Clamoroso, nessuno lo dice! Anche Berlusconi era per il reddito di cittadinanza: “È essenziale”.

Un anno fa disse davanti a Bruno Vespa: Forza Italia pronta a votarlo

Secondo il Cavaliere il provvedimento è urgente, e costa non più di 16 miliardi di euro. Glielo avevano sentito dire Vespa, Antonio Polito e Virman Cusenza. Ma se ne sono dimenticati


In campagna elettorale è diventato un argomento divisivo, e secondo Silvio Berlusconi costosissimo: 90 miliardi di euro addirittura. Ma solo un anno prima, quando gli scontri per la contesa parlamentare non erano ancora in vista, lo stesso leader di Forza Italia davanti allo stato maggiore del suo partito aveva spiegato che il reddito di cittadinanza era la misura più urgente da adottare per gli italiani, e che lui e il suo partito erano disposti a votare il testo proposto dal Movimento 5 stelle. Berlusconi aveva pure fatto i calcoli di quanto costava: 16 miliardi di euro (che è poi quello che dicono gli stessi grillini). Ad ascoltarlo all’epoca con grande stupore c’erano Bruno Vespa, il vicedirettore del Corriere della Sera, Antonio Polito, e il direttore del Messaggero Virman Cusenza. Tutti e tre hanno intervistato Berlusconi in campagna elettorale, ma non gli hanno ricordato questa uscita documentata da una telecamera del direttore dei quotidiani del gruppo Corriere. Poco male, ma a sentire la certezza del leader di Forza Italia, certo il reddito di cittadinanza non può essere grande ostacolo oggi alle trattative necessarie ad eleggere presidenti delle Camere e a trovare un programma comune per un governo…


POTREBBE INTERESSARTI

loading…


CONSIGLIATI PER TE



Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*